Fileo

Amore dell’amicizia e della fraternità: Fileo è una parola che deriva dal greco ed esprime valori e sentimenti profondi.Un termine antico, crocevia di storie, tradizioni e culture che si incontrano e che raccontano della capacità europea e monastica di salvare e tramandare ciò che ci rende più saggi, più umani: i molti fili che intrecciati compongono un’identità composita, plurale, colorata.

Fileo è un progetto della Diocesi di Bergamo, dell'Ufficio per la pastorale dei migranti, di Caritas Bergamasca, del Centro missionario diocesano e della Fondazione Adriano Bernareggi ed è gestito da Fondazione Diakonia Onlus che ne è responsabile legale e titolare del trattamento dei dati personali (ai sensi del Regolamento UE 2016/679).

Ha la finalità di approfondire e lasciarsi provocare dalla mobilità umana e dai processi di integrazione interculturale. Prendendo ispirazione dallo spirito della tradizione benedettina, il progetto intende sensibilizzare e promuovere l’incontro e l’intreccio delle diverse confessioni, religioni e culture, di abitare lo stesso territorio nella reciprocità e di costruire un futuro condiviso,

Fileo è anche un luogo in cui far convergere e dal quale coordinare tutte le azioni e i diversi progetti pastorali, sociali e culturali attinenti alla mobilità umana e all’integrazione interculturale della Diocesi di Bergamo e dei suoi uffici.

Vuole essere un punto di riferimento e di confronto per tutti gli enti e i soggetti pubblici o privati della provincia di Bergamo e della regione che lavorano su questi temi.

Fraternità tra persone di ogni nazione e cultura
Fraternità tra persone di idee diverse
ma capaci di rispettarsi e di ascoltare l’altro
Fraternità tra persone di diverse religioni
Allora le nostre differenze non sono un danno o un pericolo
sono una ricchezza
Come per un artista che vuole fare un mosaico
è meglio avere a disposizione tessere
di molti colori, piuttosto che di pochi
(Papa Francesco - Messaggio Urbi et Orbi - Natale 2018)

 

Logo Fileo

 

Organigramma

Comitato direttivo

È composto dai direttori degli uffici diocesani o dai loro delegati e presieduto dal Vicario episcopale per la pastorale. Può essere convocato da ciascuno dei suoi membri e ha il compito di indirizzare e verificare le attività dell’Abbazia, di approvarne bilancio preventivo e consuntivo e di convalidare le principali scelte e le spese proposte dai gruppi di lavoro.

Coordinatore di Fileo

È individuato dai direttori degli uffici diocesani, dirige l’attività ordinaria secondo gli indirizzi del comitato, e coordina le attività dei vari gruppi.

Coordinamento

È composto dal coordinatore e dai referenti dei gruppi di area. Pianifica, progetta e coordina le attività secondo gli indirizzi ricevuti.

Gruppi di area

Ciascuna area ha un gruppo di lavoro che programma le attività e mantiene i contatti con il territorio, propone e costruisce nuovi eventi e strategie.